.
Annunci online

La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni.
CULTURA
17 febbraio 2011
In memoria
C'è un'unica forza, l'amore, che lega e dà vita ad infiniti mondi.


Ho combattuto ed è tanto:
ritenni di poter vincere...
ma natura e sorte studio e sforzi repressero.
Ma già è qualcosa esser sceso in lotta,
poiche' vedo che in mano al fato è la vittoria.
Fu in me quanto era possibile e che nessun
venturo secolo potra' negarmi: cio' che di
proprio un vincitore poteva dare: non aver
avuto timore della morte, non essersi
sottomesso, fermo il viso, a nessuno che mi
fosse simile; aver preferito morte coraggiosa
a vite pusillanime. 

 (De Monade, Numero et Figura, 1591)

Alla mente che ha ispirato il mio cuore con
arditezza d'immaginazione piacque dotarmi 
le spalle di ali e condurre il mio cuore verso
una meta stabilita da un ordine eccelso, in
nome del quale è possibile disprezzare e la
fortuna e la morte. Si aprono arcane porte
e si spezzano le catene che solo pochi
elusero e da cui solo pochi si sciolsero.
Mentre mi incammino sicuro, felicemente
innalzato da uno studio appassionato, divengo
guida, legge, luce, vate, padre, autore, via.
Mentre mi sollevo da questo mondo verso altri
mondi lucenti e percorro da ogni parte l'etereo
spazio, lascio dietro le spalle, lontano,
lo stupore degli attoniti. 

(De l'infinito, universo e mondi, 1584)



Giordano Bruno


Condannato per eresia dal tribunale della Santa Inquisizione, il 17 febbraio dell'anno giubilare 1600, dopo che gli fu serrata la lingua con una morsa, perché non potesse più parlare, fu condotto a Campo de' Fiori, denudato, legato e arso vivo. Le sue ceneri disperse nel Tevere, banditi e distrutti i suoi scritti. 

sfoglia
gennaio        marzo

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte