.
Annunci online

La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni.
POLITICA
29 settembre 2008
Libmagazine


E' on line l'ultimo numero di Libmagazine.
Ci sono anch'io.




permalink | inviato da vulvia il 29/9/2008 alle 22:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
DIARI
24 settembre 2008
Gocce d'insonnia


Glenn Gould, Intermezzo op. 117/1, Brahms


Perduto è il sonno in qualche luogo,
mi sporgo.
Restano stalattiti che si imperlano
alla luce di un neon.
Ti conosco, ti ho visto, si eri tu,
ma forse m'ingannavo, forse m'ingannavi.
Pensarti non serve, dormire, morire.
I miei piedi s'assomigliano al buio,
le mani mai, ma s'assopiscono.
Come la trama di Finnegans Wake
le gocce d'insonnia scivolano,
delirio intraducibile.


  "SCOLTA: Attendo dagli dèi la liberazione da questo fardello:
                    da lunghi anni ogni notte dal tetto degli Atridi,
                    appoggiato come un cane sui gomiti,
                    contemplo i convegni notturni degli astri,
                    e quelli che portano inverni e quelli che portano
                    estati agli uomini, sovrani corruschi dell'etere,
                    e il loro levarsi e il loro tramontare.
                    E sono ancora qui a spiare il segnale,
                    il guizzare del fuoco che porterà da Troia
                    la voce della vittoria". 
                 (L'Orestea, Agamennone, Prologo, Eschilo, 458 a.C.)

 Perdere è dormire.



permalink | inviato da vulvia il 24/9/2008 alle 2:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa
cinema
21 settembre 2008
Geniale


Mi sto appassionando al genere, ne ho visionati parecchi,
ma questo mi ha entusiamato oltremisura e oltremodo.
Vorrei averlo fatto io, via.
 



permalink | inviato da vulvia il 21/9/2008 alle 23:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa
DIARI
19 settembre 2008
Note irrilevanti
Fotopsia, olio su lino, Luciano Ventrone
nato a Roma nel 1942 da genitori campani,
(pittore "iperrealista", definito da Federico Zeri
"il Caravaggio del ventesimo secolo", questa è una delle
tele che preferisco).

Erik Satie, Gymnopédie No. 1, 1888 


File indiane di bambini-ombrelli riempiono i marciapiedi,
la pioggia li porta con se' nei preludi settembrini.
Il pronto soccorso di fronte casa offre generoso
il solito concerto di sirene impazzite, il nipotino dei
nostri vicini di casa, una coppia di canuti signori, molto garbati
in verità, cerca di emulare il cucchiaio di Totti e pare
che la porta in cui segnare corrisponda per pura fatalità
al nostro balcone e si porta pazienza se me lo trovo
col musetto fuori l'uscio che mi chiede di ridargli la palla
e stiamo appena al terzo gol e la partita durerà l'intero pomeriggio.
La coinquilina è appena rientrata e bestemmia come una turca ciociara
che ha dovuto impiegarci un'ora e mezza per rientrare nella tana dopo il lavoro
per via di poche, insulse e miserabili gocce d'acqua,
non oso farle presente che le insulse di cui sopra cadono
insistenti come le sorelle cinesi da stamattina, per cui l'unione fa la forza
senza contare che è dalla notte dei tempi che quando piove
Roma si trasforma in un fermo immagine di code ai semafori e
autobus in panne o corse fantasma.
E ho rimesso la coperta sul letto,
sembrerà irrilevante, ma è da questi piccoli segni
che si percepisce il cambiamento dei tempi.




permalink | inviato da vulvia il 19/9/2008 alle 18:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
SOCIETA'
19 settembre 2008
Meno male, va'


Ore 9.43
Il sangue di San Gennaro si è sciolto
tra le preghiere dei fedeli e la presenza di
Bassolino e la Iervolino, ma i due
hanno dichiarato la loro estraneità ai fatti.
A proposito di sangue, nel casertano
l'ennesima strage del clan dei Casalesi,
sette i morti.
Teatro dell'agguato un negozio a Castelvolturno,
vittime in prevalenza extracomunitari, il movente
quasi certamente il mancato pagamento di una tangente
supplementare.
E' stata già ribattezzata la strage di San Gennaro,
che, manco a dirlo, declina ogni responsabilità sull'accaduto.
Trattasi di altro genere di miracolo
più diffuso e meglio riproducibile in laboratorio.
Come se non bastasse il Napoli ieri ha vinto
contro il Benfica 3-2, così è soddisfatto
pure S.Paolo.
Gesù, Gesù, Moratti paventa la possibile venuta di Maradona
all'Inter...
Trasalgo.


Teresa De Sio, Voglia 'e turnà, 1982



permalink | inviato da vulvia il 19/9/2008 alle 10:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
musica
18 settembre 2008
Quartetto O.G.M.
 Là dove osano i quartetti geneticamente modificati.
Il Bolero di Ravel m'estasia parecchio.




permalink | inviato da vulvia il 18/9/2008 alle 2:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
DIARI
15 settembre 2008
L'importante è finire


Ad un certo punto è l'unica cosa che importi davvero.
Un bagno caldo, un libro e poi e poi e poi la pioggia farà il resto.



permalink | inviato da vulvia il 15/9/2008 alle 21:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
POLITICA
14 settembre 2008
Pensieri e azioni


Al buio di una camera si pensa meglio o forse si finge meglio di farlo.
Le uniche luci arrivano dalla strada, sono gli occhi dei palazzi di fronte
 che insonni almeno quanto me sussurrano fioche, ma persistenti.
Gli aerei volano bassi e percorrono rotte a me ignote, sono comunque carichi,
pieni di aspettative.
Sono in viaggio, anelano ad arrivare comunque in qualche luogo.
Quando si pensa invece non è detto che si arrivi necessariamente in qualche luogo,
proprio no o forse non sempre.
Si viaggia nei pensieri come si galleggiasse a riva.
Ho idea che in realtà non si smetta mai di pensare è piuttosto
la consapevolezza di farlo che nobilita e rende solenne quell'istante.
A me capita di farlo in modo oltremisura soddisfacente mentre corro e
tutto trova nella mia mente un ordine, una collocazione, uno spazio comodo.
Adesso è proprio come se galleggiassi a riva, mi cullo tra i miei pensieri
e le luci fioche che illuminano la notte mi fanno compagnia.
Oggi un tizio si lamentava dei continui ritardi dei treni e
come spesso capita cercava lo sguardo di sconosciuti vicini
per non sentirsi un solitario imprecatore antisociale e sovversivo.
Io ho incrociato il suo sguardo e devo essergli sembrata partecipativa e
concorde alla messa in suffragio dei bei tempi fascisti che furono, quando tutto
arrivava in orario e si stava meglio quando si stava peggio.
Me ne sono accorta quando ha preso a rivolgermi insistentemente la parola.
Come spesso accade stavo pensando ad altro.
Ho cercato di assumere l'espressione più vaga che conosco,
per farlo desistere dal pormi domande retoriche sui problemi
drammatici delle ferrovie italiane, ma non devo essere stata convincente.
E chi frequenta le stazioni sa bene che le imprecazioni per i ritardi
sono solo l'anticamera per ben altri discorsi che si inanellano
come per incanto, senza nemmeno dover star lì troppo ad evocarli.
Mentre non ascolto, ma cerco di essere credibile nel sembrargli di farlo,
guardo i titoli dei giornali.
Un giovane di colore, di soli 19 anni, residente a Milano è stato ucciso
brutalmente con una spranga di metallo  perchè accusato di aver rubato
un pacco di biscotti.
Ammesso e non concesso che Abdul e l'amico avessero taccheggiato
nel bar dell'omicida un pacco di biscotti, pare che l'omicida abbia compiuto la spedizione punitiva
con il figlio gridando frasi razziste, quelle che
i leghisti rivolgono a giorni alterni a meridionali, extracomunitari, omosessuali...
Forse è un fenomeno isolato, ma forse se esponenti del governo
pronunciano e proclamano lo stesso odio che altri sentono anche proprio
 e trasformano in azione è quantomeno imbarazzante.
Non so perchè, ma mi è venuto da pensare al caso Sofri.
Si fa un gran parlare della campagna d'odio che i militanti
di Lotta continua mossero contro il commissario Calabresi.
Adriano Sofri, Ovidio Bompressi e Giorgio Pietrostefani
sono stati condannati a 22 anni di carcere, non per l'inoppugnabilità
delle prove, ma perché le accuse di un pentito, formulate a sedici anni
di distanza coincidevano con le convinzioni di alcuni giudici su quel caso:
Lotta Continua aveva condotto la campagna contro Calabresi,
dunque Lotta Continua doveva avere anche la responsabilità
penale del suo assassinio.
Le campagne d'odio sono o non sono colpevoli d'omicidio
qualora vengano messe in atto da esecutori materiali che vi aderiscono?
Se non lo sono Sofri non dovrebbe essere in carcere o la Lega non dovrebbe
essere in Parlamento.
E' solo un pensiero sia chiaro.




permalink | inviato da vulvia il 14/9/2008 alle 0:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
CULTURA
13 settembre 2008
Viaggi
Iman Maleki, Sisters and book, olio su tela, 1997


Questo è un pittore realista che ho scoperto da poco,
il suo talento mi affascina e i suoi sguardi mi soggiogano.
Ho pensato a questo quadro di questo pittore nato a Teheran
perchè è da lì che è tornato l'altro ieri un mio
amico, proprio da un viaggio in Iran.
Tutt'altro che un viaggio pericoloso, ha parlato di quella terra
come ospitale e accogliente, di larghi sorrisi e amicizia.
I viaggi conducono sempre a destinazioni impreviste o forse
rendono imprevedibili le destinazioni.

Queste sono alcune delle sue opere.



permalink | inviato da vulvia il 13/9/2008 alle 15:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
cinema
11 settembre 2008
Western spaghetti
L'ultimo lavoro di Adam Pesapane, un geniale
regista di stop-motion.

E forse non tutti sanno di cosa sto parlando, ma lo dico
solo per scrupolo. 
La tecnica della stop-motion utilizza l'analogo
procedimento del disegno di animazione, alternando al disegno oggetti inanimati
creandone il movimento utilizzando la fotografia.
Il montaggio dei fotogrammi è il tocco finale che amalgama il tutto
e che fa la differenza.
Nightmare before Christmas di Tim Burton, utilizza proprio la medesima tecnica.
Voglio citare anche il pioniere della stop-motion Ray Harryhausen.





permalink | inviato da vulvia il 11/9/2008 alle 16:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto   <<  1 | 2  >>   ottobre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte